annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

se eri un bambino negli anni 50 60 70...DEVI LEGGERE!!!

Comprimi
X
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • se eri un bambino negli anni 50 60 70...DEVI LEGGERE!!!

    1.- Da bambini andavamo in auto che non avevano cinture di sicurezza né airbag…
    2.- Viaggiare nella parte posteriore di un furgone aperto era una passeggiata speciale e ancora ne serbiamo il ricordo...
    3.- Le nostre culle erano dipinte con colori vivacissimi, con vernici a base di piombo.
    4.- Non avevamo chiusure di sicurezza per i bambini nelle confezioni dei medicinali, nei bagni, alle porte.
    5.- Quando andavamo in bicicletta non portavamo il casco.
    6.- Bevevamo l’acqua dal tubo del giardino invece che dalla bottiglia dell’acqua minerale…
    7.- Trascorrevamo ore ed ore costruendoci carretti a rotelle ed i fortunati che avevano strade in discesa si lanciavano e, a metà corsa, ricordavano di non avere freni. Dopo vari scontri contro i cespugli, imparammo a risolvere il problema. Sì, noi ci scontravamo con cespugli, non con auto!
    8.- Uscivamo a giocare con l’unico obbligo di rientrare prima del tramonto. Non avevamo cellulari… cosicché nessuno poteva rintracciarci. Impensabile….
    9.- La scuola durava fino alla mezza, poi andavamo a casa per il pranzo con tutta la famiglia (si, anche con il papà).
    10.- Ci tagliavamo, ci rompevamo un osso, perdevamo un dente, e nessuno faceva una denuncia per questi incidenti. La colpa non era di nessuno, se non di noi stessi.
    11.- Mangiavamo biscotti, pane olio e sale, pane e burro, bevevamo bibite zuccherate e non avevamo mai problemi di sovrappeso, perché stavamo sempre in giro a giocare…
    12.- Condividevamo una bibita in quattro… bevendo dalla stessa bottiglia e nessuno moriva per questo.
    13.- Non avevamo Playstation, Nintendo 64, X box, Videogiochi , televisione via cavo con 99 canali, videoregistratori, dolby surround, cellulari personali, computer, chatroom su Internet … Avevamo invece tanti AMICI.
    14.- Uscivamo, montavamo in bicicletta o camminavamo fino a casa dell’amico, suonavamo il campanello o semplicemente entravamo senza bussare e lui era lì e uscivamo a giocare.
    15.- Si! Lì fuori! Nel mondo crudele! Senza un guardiano! Come abbiamo fatto? Facevamo giochi con bastoni e palline da tennis, si formavano delle squadre per giocare una partita; non tutti venivano scelti per giocare e gli scartati dopo non andavano dallo psicologo per il trauma.
    16.- Alcuni studenti non erano brillanti come altri e quando perdevano un anno lo ripetevano. Nessuno andava dallo psicologo, dallo psicopedagogo, nessuno soffriva di dislessia né di problemi di attenzione né d’iperattività; semplicemente prendeva qualche scapaccione e ripeteva l’anno.
    17.- Avevamo libertà, fallimenti, successi, responsabilità … e imparavamo a gestirli.




    La grande domanda allora è questa:
    Come abbiamo fatto a sopravvivere a crescere e diventare grandi?


    Giuseppa

    aggiungete Nazionale - Tutte ...


  • #2
    Rimpiango quei tempi, non c'è paragone con gli anni attuali... ora c'è tanto di tutto e niente di TUTTO...ai miei nipoti racconto come si viveva, cosa si mangiava, come si giocava, quello che mancava, ciò che avevano i miei coetanei e non avevo io perchè nella mia famiglia c'era tanta ristrettezza, ma in compenso, TANTISSIMO amore e serenità. Avevamo l'indispensabile o anche meno. Il mio papà usciva al mattino che era ancora buio e rientrava la sera che era già buio e noi bimbi eravamo già a letto. La mia mamma con mille sacrifici e tante difficoltà faceva i salti mortali per farci crescere in serenità ... eravamo in nove (sette figli) entravano pochissimi soldi, ma la mia mamma è stata molto brava che riusciva a farseli bastare... mai debiti e noi ci siamo sempre accontentati del poco e mai preteso con capricci niente di più di quello che la vita ci offriva.
    Si lasciavano tranquillamente le porte aperte, anche se si andava dalla vicina, ora si ha paura e ci chiudiamo a chiave in casa... anche i ragazzi sempre accompagnati dai genitori o nonni ecc. mentre ai miei tempi si faceva tanta di quella strada a piedi anche da soli... si stava in strada insieme agli amichetti a giocare e soprattutto ad inventare dei giochi giusto per stare tutti insieme felici e spensierati... ora tutto è cambiato...
    ... il progresso si, ma dove ci ha portati... troppe regole, tanta paura, niente libertà... i ragazzi... meglio lasciar perdere, imbambolati ai video giochi, ai cellulari e se chiedi loro quanto fa 7x8 devono controllare il cell. o la calcolatrice, quando ti sentono, altrimenti bisogna ripetere più volte la domanda o ripetere più volte il loro nome a voce alta... questo per dire una delle tante... spesso mi chiedo: cosa avranno da raccontare ai loro nipoti della loro vita passata, quali sono i loro ricordi...quanto avrei da scrivere!
    Sono sempre stata soddisfatta del poco che avevo e tutt'oggi sono soddisfatta del poco che ho... questo perchè la mia vita è stata una grande lezione... quanto mi mancano e ritornerei volentieri ai miei tempi!


    Giuseppa

    aggiungete Nazionale - Tutte ...

    Commenta


    • #3
      Mi sono riguardata "RACCONTAMI 1 e 2"... la situazioni, la canzoni e tutto l'insieme... mi hanno fatto tornare indietro nel tempo....che bei tempi!!!


      Giuseppa

      aggiungete Nazionale - Tutte ...

      Commenta


      • #4
        CIAO GIUSEPPA SONO PASSATA PER UN SALUTO.BEH IO COME TE QUEGLI ANNI ME LI RICORDO BENE.AHHH MAMMA MIA CHE BEI RICORDI .SI TORNEREI VOLENTIERI INDIETRO. l'ASILO CON SUOR ROSETTA LA CUOCA ,CHE MINESTRA CON PATATE E PREZZEMOLO ,UNA MINESTRA POVERA MA QUEL SAPORE E IL PROFUMO ANCHE QUANDO HO PROVATO A FARLA NON E'LO STESSO.ERA OTTIMA POI ERO TALMENTE PICCINA CHE MI NASCONDEVA SOTTO IL MANTELLO CI STAVO TUTTA.LA SCUOLA BEH ERO BRAVINA MA LA MATEMATICA ERA IL MIO CRUCCIO. LA MAESTRA POIIII MA I COMPAGNI CHE BEI RICORDI. SI GIOCAVA CON PICCOLE COSE E CI SEMBRAVA DI AVERE TUTTO. E POI EPOI. NON CI VOGLIO PENSARE QUANTA NOSTALGIA TUTTI AVEVANO MENO DI ORA E NON SI LAMENTAVA NESSUNO ORA MANCANO LE COSE PIU'IMPORTANTI IL LAVORO PER TUTTI .IL RISPETTO PER TUTTI.LA BONTA'PER TUTTI . MAH AMICA CARA BUONA NOTTE E GRAZIE SEMPRE PER L'IMPEGNO CON IL QUALE PORTI AVANTI QUESTA FAMIGLIA CHE TI DA'PARECCHIO DA FARE.EHEH SI SIAMO TANTI E TI VOGLIAMO BENE.NOTTE.MINA

        Commenta


        • #5
          Ciao Giuseppa ,ho letto con molta attenzione e sai che tra me e te non ci sono molti anni di differenza,quindi tutto quello che hai scritto,
          l'ho vissuto anche io,anche noi eravamo una bella famiglia 6 figli più mamma e papà,è vero tanti sacrifici hanno fatto i nostri genitori
          anche noi siamo cresciuti con l'indispensabile,ma eravamo felici con poco.....adesso invece....
          comunque volevo ringraziarti perchè mi hai fatto tornare indietro con il pensiero a quei tempi...
          è vero rimane sempre un pò di nostalgia.

          Commenta

          Unconfigured Ad Widget

          Comprimi

          Ultima estrazione del lotto

          Comprimi

          Estrazione del lotto
          martedì 20 agosto 2019
          Bari
          24
          48
          85
          86
          23
          Cagliari
          36
          88
          16
          82
          51
          Firenze
          10
          05
          57
          39
          43
          Genova
          56
          52
          11
          06
          03
          Milano
          88
          34
          85
          60
          40
          Napoli
          87
          61
          45
          71
          76
          Palermo
          78
          63
          32
          26
          57
          Roma
          50
          69
          41
          75
          47
          Torino
          76
          80
          64
          46
          60
          Venezia
          04
          53
          73
          21
          15
          Nazionale
          14
          05
          64
          46
          37
          Sto operando...
          X