Novità

DOTT. STEFANO MONTANARI

Alien.

Advanced Premium Member
Messaggi
24.141
Punti reazione
235
Punti
63
I dazi occulti della Germania per mettere in ginocchio l'Italia

La presidente di Fratelli d’Italia, Giorgia Meloni, va all’attacco: "La Germania viola il mercato unico europeo e il governo Conte resta a guardare"

Michele Di Lollo - Sab, 06/06/2020 - 20:34





commenta

Un affare che puzza di bruciato quello messo in campo dalla cancelliera tedesca, Angela Merkel. Così sette aziende, 6 italiane e una belga, hanno fatto causa alla Germania per alcuni "dazi nascosti" introdotti dal governo di Berlino.


Le imprese hanno impugnato la nuova norma che abbassa ilimiti di emissione di formaldeide nei pannelli in truciolato e fibra di legno. Una misura che, a cascata, coinvolge tutta la filiera industriale compresa quella della produzione di mobili e cucine. Un modo che di fatto rallenta o blocca da tutta Europa l’import di questi prodotti nel Paese teutonico. L’ennesima prova di astuzia di Frau Merkel.
A difesa di quegli imprenditori si è schierata oggi la leader di Fratelli d’Italia, Giorgia Meloni. Scrive su Facebook: "La Germania introduce dei dazi occulti contro il made in Italy, nel totale silenzio del governo Pd-M5S. In violazione di ogni norma europea sul mercato unico, la Germania ha stabilito che il marchio Ce non è sufficiente per ammettere la libera circolazione delle merci comunitarie sul proprio territorio e ha introdotto unilateralmente ulteriori standard". Ultimo caso (come aveva ricordato ilGiornale) i limiti di emissione di formaldeide nei pannelli in truciolato e fibra di legno. "Un dettaglio?", si chiede la presidente di Fdi. "No. Guarda caso questa norma penalizza enormemente la filiera del mobile italiano. Il governo presieduto da Giuseppe Conte
rimarrà in silenzio anche su questo, per non indispettire la signora Merkel", continua.

Il riferimento, come abbiamo scritto, è alla causa intentata contro Berlino per violazione delle regole europee in materia di commercio intentata da sette aziende. I legali delle imprese hanno impugnato la nuova norma tedesca. "Abbiamo capito da Bruxelles che la Germania, invece di mettere i dazi come fa il presidente degli Stati Uniti Donald Trump sui prodotti, cerca di proteggere la propria industria attraverso standard o prescrizioni che non sono così visibili o chiari come è un dazio, ma che alla fine come barriera d’ingresso hanno lo stesso effetto", ha detto all’Adnkronos Paolo Fantoni, ad dell’omonimo gruppo industriale e presidente dell’European Panel Federation.

Il tutto dovrebbe comportare danni da capogiro per il made in Italy dato che la Germania rappresenta per il nostro Paese il secondo mercato e che solamente per quanto riguarda i pannelli, nel 2019 le nostre aziende ne hanno prodotto quasi 4 milioni di metri cubi. "Noi, fa sapere all’Adn Fantoni, non siamo certo contro la salvaguardia dell’ambiente e della salute. Ma se passa il principio che ogni Stato da solo può violare le regole europee e varare propri standard che non rispettano le norme comuni, allora i prodotti non sono più liberi di circolare e il mercato unico non esiste più".
Si contesta in particolare la modifica unilaterale delle condizioni che rendono non valida (o per meglio dire, insufficiente) la marcatura Ce. Quel marchio europeo prevede che un prodotto debba poter circolare liberamente in tutti i mercati dell’Unione. La Germania ha modificato da sola, rendendoli più stringenti,
i limiti di emissione di formaldeide previsti dalle norme per la certificazione Ce rendendo di conseguenza fuorilegge tutti quei prodotti che non rispettano gli standard tedeschi. Anche quelli con marcatura europea. Un vero e proprio attentato contro le nostre aziende.


allora vediamo un po se riesco a farvi capire una cosa:

limiti di emissione di formaldeide previsti dalle norme


cosa vuol dire ?

semplice che la formaldeide e cancerogena solo ad inalarla


Allora sapete che la formaldeide è in tutti i vaccini compresi quelli fatti ai neonati ?
non ci credete informatevi



devo continuare ? ok




Un veleno nei vaccini: la formaldeide

Alimentazione e Salute, Scienza, Vaccinazioni 0

Poco si sa sulla formaldeide iniettata
Nella maggior parte degli studi, i dati umani sugli effetti tossici della formaldeide si riferiscono al composto inalato come gas che generalmente si dice essere sostanzialmente innocuo e facilmente metabolizzato; la maggioranza degli organi di governo sono d’accordo che le piccole quantità inalate, ingerite o iniettati nei vaccini siano sicuri anche per i più piccoli. Uno studio basato sulla ipotesi che il metabolismo accada solo nel luogo dell’iniezione”, ha riportato che “la formaldeide è essenzialmente completamente rimossa dal sito di iniezione entro 30 minuti” e ha usato i dati basati su questo modello per prevedere che i livelli sistemici nei neonati sarebbero stati di meno dell’ 1% del normale livello di esposizione ambientale. 17
La Food and Drug Administration riferisce che “non esistono prove che colleghino il cancro all’esposizione a piccole quantità di formaldeide attraverso l’iniezione come avviene con i vaccini” .16 Quello che sembrano non considerare è che ai neonati sono sistematicamente somministrate più dosi di vaccini alla volta, quindi è il livello combinato di esposizione alla formaldeide che deve essere calcolato, non la dose in una singola dose di vaccino. Secondo il centro medico integrativo del Dott. Sherri J. Tenpenny, quando un bambino raggiunge i 5 anni di etá, è stato iniettato con un totale di 1.795 microgrammi o 1,795 milligrammi di formaldeide, come segue 18 :
Tratto da
Formaldeide: un veleno e un cancerogeno



















 

Alien.

Advanced Premium Member
Messaggi
24.141
Punti reazione
235
Punti
63
ADESSO CI PENSA LUI IL CONTE DRACULA A METTERVI A POSTO ED I VOSTRI FIGLI E NIPOTI-UN PO DI FORMALDEIDE NON VI FARA MALE-STATE SERENI-






Coronavirus, Conte: vaccino fondamentale, stanziamo altri 287 milioni di euro
In risalto, POLITICAgiovedì, 4, giugno, 2020


Condividi

reddit Share in VK




L’Italia aumenterà il proprio contributo all’alleanza Gavi impegnata nel programma di immunizzazione di 300 milioni di bambini e per accelerare un’equa distribuzione di un eventuale vaccino contro il Covid-19. Lo ha annunciato il premier Giuseppe Conte intervenendo alla sessione conclusiva dei lavori del “Global Vaccine Summit”, la conferenza sul rifinanziamento dell’Alleanza GAVI.

“Il Coronavirus – ha detto il presidente del consiglio – ci ha drammaticamente ricordato quanto sia importante l’immunizzazione per prevenire la pandemia. Ha anche dimostrato che gli investimenti nella salute globale e nei vaccini sono fondamentali non solo per salvare vite umane e proteggere i più vulnerabili, ma anche per preservare la sicurezza globale, la stabilità e la prosperità”. Gavi, ha ricordato il premier, “ha anche aperto la strada a strumenti finanziari innovativi per sviluppare e distribuire rapidamente nuovi vaccini a basso prezzo: come l’International Finance Facility for Immunization (IFFIm) e Advance Market Commitment (AMC), di cui l’Italia è stata promotrice e una delle maggiori donatori”.


“In riconoscimento dei risultati raggiunti finora da GAVI, sono orgoglioso di annunciare i seguenti ulteriori impegni dall’Italia: innanzitutto l’Italia fornirà un ulteriore contributo diretto di 120 milioni di euro per i prossimi 5 anni, con un aumento del 20% rispetto al nostro precedente sostegno. In secondo luogo, riconoscendo il ruolo fondamentale svolto da IFFIm, abbiamo deciso di estendere il nostro contributo allo strumento fino al 2030 con un nuovo impegno di 150 milioni di euro, per un importo totale di 287,5 milioni di euro”, ha spiegato Conte.
“Questi contributi – ha sottolineato – sono un segnale concreto della nostra volontà di continuare a investire in un efficace multilateralismo, cooperazione internazionale e solidarietà. Intendiamo mettere questi valori al centro della nostra presidenza del G20 nel 2021. Questa è la nostra solidarietà in azione. Tutti insieme, raggiungeremo i nostri obiettivi”. (askanews)


SU SU CORRETE A VACCINARVI DOVETE IMMUNIZZARVI PER L'ETERNITA-AMEN


 

Ultima estrazione Lotto

  • Estrazione del lotto
    martedì 07 luglio 2020
    Bari
    78
    54
    63
    51
    49
    Cagliari
    70
    03
    20
    57
    60
    Firenze
    65
    32
    57
    81
    52
    Genova
    43
    66
    36
    76
    01
    Milano
    50
    22
    54
    86
    85
    Napoli
    88
    44
    31
    06
    08
    Palermo
    82
    04
    88
    31
    59
    Roma
    07
    70
    90
    83
    86
    Torino
    71
    15
    08
    73
    27
    Venezia
    82
    62
    87
    73
    59
    Nazionale
    16
    76
    18
    75
    42
Alto