Novità

E' la fine dei ritardisti!!! Samaritani, Polis, Gorgia, smentiti sonoramente non solo dal 53NZ. Vedi ambi BA 17-56, FI 36-54,TT 44 80, 8 di Roma...

Sasa

Advanced Member >PLATINUM<
Messaggi
1.555
Punti reazione
135
Punti
63
Buongiorno! La nostalgia della nostra italica lingua, che e' (senza paura di essere smentito) tra le piu' belle al mondo almeno nel contesto dell'armoniosa musicalita' che la caratterizza fortemente, mi aveva avvinto e mi sono messo a googlare in cerca di qualcosa da leggere.

Mi e' sovvenuta in mente la mia frase che dava origine a questo thread (E' la fine dei ritardisti...?) e l'ho riletto tutto fino alla pagina 13ma, l'ultima, e mi sono chiesto che si e' scritto di tutto (e anche cancellato molto) ma del tema principale non si e' parlato affatto. Strano, considerando che qui la gran parte dei temi trattati hanno origine da varie forme di ritardo....

E adesso, vorrei chiedere ai ritardisti, ai pro-ritardatari, a coloro che confidano su un determinato ritardo-soglia per riporre fiducia sulla estrazione a breve del numero/i oggetto di indagine, credete che le estrazioni del lotto italiano, siano indipendenti?

Intendo indipendenti in senso Bernoulliano che si traduce nel fatto che le n prove siano eseguite in modo tale che il risultato di una qualsiasi estrazione di esse non influenzi in alcun modo le altre, ovvero le n prove siano, appunto, tra loro indipendenti.

O, ancora, vi siete mai chiesti quale algoritmo usino le Venus per determinare la cinquina vincente visto che come sembra verosimile ai maggiormente smaliziati, le macchine delle estrazioni possano estrarre la cinquina voluta dal banco, che garantisce allo stesso il minor esborso distribuendo anche le necessarie gratificazioni per continuare ad alimentare efficacemente la gallina dalle uova d'oro?

Questi mi sembrano buoni spunti per riaprire la discussione in attesa dell'anniversario della creazione del thread...
Frattanto, riflettendo sul tempo trascorso fin qui, mi e' nata la voglia imperiosa di riprendere l'argomento della mia metodologia del gioco di gruppo proposta, riassumendolo e reillustrandolo nella migliore maniera possibile. Ovviamente dal mio punto di vista.

Ah, stavo per dimenticare, mi sembra che nessuno ha colto, leggendo i vecchi interventi citati, che la fine dei ritardisti, dei cacciatori di centenari, dei follower di nuovi superamenti dei ritardi massimi storici, e' sancita proprio dalla mia metodologia del gioco di gruppo. A questo proposito (gioco di gruppo) devo fare una precisazione, scaturita in alcuni vecchi interventi (mi pare di genios o di qualchedunaltro), dove si citava Ron Colman, il quale nei primi anni 70 avrebbe illustrato, una filosofia similare alla mia proposta. Spinto dalla mia curiosita' data dal tema, aiutato da amici sono riuscito a reperire i testi (pertinenti al Lotto) pubblicati da questo Autore ed, con mio grande compiacimento, ho dovuto constatare che si tratta delle uniche pubblicazioni dove si illustra praticamente come non essere vittime dei ritardi. Tra l'altro esposti con notevole perizia tecnica e cultura generale e lottologica.

Li ho letti, riletti e studiati ed ho anche scritto codice per fare simulazioni e devo ammettere che i concetti illustrati, se ben compresi, sono validissimi ancora oggi. Ringrazio coloro che hanno citato Ron Colman, permettendomi di conoscerlo e approfondirlo! Oserei dire che e' il solo e Unico Autore che ha scritto che "una ruota vale l'altra" e che "i numeri (i 90 numeri del lotto) sono solo un mezzo tecnico". Nessun numero e' piu' importante, aspettabile, credibile, degli altri 89. Questo mi sembra davvero rimarchevole!!!

Coloro che hanno la fama o nomea di illuminati lottologi conoscono solo il ritardo (la latenza, il non apparire nelle estrazioni ufficiali) ma non capiscono il significato di quanto aveva correttamente pubblicato il Samaritani, nel 1937. Dicendo che non capiscono, ho fatto una benevola concessione per permettere loro di salvar la faccia, perche' il perseverare a diffondere il verbo che il limite del ritardo massimo e' quello che viene fuori dai calcoli pubblicati dal Samaritani, significa essere in malafede!

Cosa rispondereste a coloro che vi chiedessero: visto che il ritardo massimo e' 220 o 229 (o quello che piu' vi piace) estrazioni e l'attualita' vede (al momento solo per ipotesi) nel nostro italico Lotto due numeri con ritardo di 220/229/XXX estrazioni significa che usciranno certamente alla estrazione 221 o 230 o XXX+1? Questa e' una assurdita' Logica e Matematica. Alexis, capisci a me...
Salve sono un semplice appassionato del gioco del lotto e come tale esprimo un mio semplice umile parere a quanto da lei esposto in particolare nell'ultimo capoverso.
Innanzitutto non credo che il banco utilizzi degli algoritmi per stabilire quale cinquina far uscire affinchè ci sia il minimo esborso. Il gestore a mio avviso non ha bisogno di taroccare le estrazioni stante le innumerevoli combinazioni esistenti con 90 numeri.
Il ritardo massimo di un numero può essere superato ancorchè esistano teorie varie che dicono come calcolare la futura uscita di un ritardatario.
Comunque ciò che io dico sempre a coloro che si lamentano del fatto che vi sia la possibiltà di falsare le estrazioini e che siamo di fronte ad un gioco, pure "aleatorio", e come tale va preso. Nessuno è obbligato a giocare e chi lo fa deve essere consapevole di questa aleatorietà. Ogni teoria, ogni metodo va bene per tentare, anche se difficile, di battere il banco. Non si può dire che una teoria valga più di un 'altra. Io in tanti anni di lotto ho vinto, ma dire di aver guadagnato no, e invece il contrario, eppure ho utilizzato tecniche di tantissimi previsionisti ed esperti del gioco del lotto.
Buona serata
 

lotto1

Super Member >GOLD<
Messaggi
208
Punti reazione
13
Punti
18
Non ho capito questo passaggio: " che la realtá del lotto ha confermato che in N prove, il massimo ritardo possibile coincide proprio con N, anche se occorrono moltissimi casi per realizzarlo? "-


Personalmente sono sempre stato un ritardista convinto della scuola del Gorgia ( “incontro e concomitanza di ritardi nella formulazione del pronostico”) e ritengo di essere riuscito a raccogliere nel tempo anche discrete soddisfazioni almeno fino a quando non siamo arrivati alla concentrazione delle sedi estrattive e alle conseguente invenzione delle ruote fittizie.

Sono stato tra i primi a denunciare il rischio di abbinamenti casuali nelle tre sedi estrattive tra ruote e set di sfere e la grave mancanza di riprese televisive in diretta. Ne ho parlato molto anche qua sopra. Probabilmente l’enorme ed abnorme ritardo del 53 sulla ruota nazionale è proprio figlio di tale anomalia.

Con l’attuale situazione del 76 su Cagliari siamo alla prova del nove a mio parere.
Perché se è vero che il ritardo di 257 estrazioni è stato un miracolo statistico (come si può anche ritenere), allora deve essere vero che il 76 non possa arrivare a superare anch’esso il muro delle 210 estrazioni (teoria del Samaritani sul ritardo di un estratto) o 212, 5 estrazioni (Aggiornamento della formula Samaritani in seguito all’aumento della massa estrazionale).
I miracoli non si ripetono. Infatti il n.21 su Bari recentemente si è fermato al ritardo 201.
Altrimenti non si può parlare di miracolo e lo studio ed il sistema di pronosticare al lotto sulla base dei ritardi vanno messi definitivamente in soffitta, almeno fino a quando non ci saranno importanti cambiamenti sui meccanismi estrazionali.
per me il lotto e' pilotato a favore di qualche furbone come il superenalotto,
 

Rookie

Super Member >GOLD<
Messaggi
242
Punti reazione
31
Punti
28
Buongiorno Sasa, rispondo con ritardo e per questo mi scuso! Per quanto riguarda il tuo parere che dissente da quanto ho scritto lo accetto anche se non lo condivido per una serie di motivi:

1) quando ancora erano i bambini a estratte i "numeri" dalle urne accaddero dei misfatti che hanno alterato le estrazioni non per pagare il meno possibile, in tema di vincite, bensi' per pagare coloro che puntarono proprio su quei numeri. Questo accadeva quando il lotto non era ancora totalmente gestito con sistemi informatici connessi in rete. Oggi i sistemi in uso al gestore permettono di sapere quanti euri sono stati puntati su un ogni numero/combinazione, per ogni sorte, per ogni ruota, per ogni posizione, etc.
Quindi, con semplici software scritti ad hoc, e' possibile, facile e veloce, determinare in quale situazione l'esborso della prossima estrazione e' minimo rispettando ai vincoli che il banco si prefigge di raggiungere: il profitto per estrazione, la quantita' di euri da redistribuire ( e in quali aree geografiche) per foraggiare gli amanti del gioco.

b) non serve taroccare le estrazioni, perche' anche una cinquina taroccata consentirebbe, a chi ha puntato proprio i numeri taroccati, di vincere. Cosa leggermente diversa e' il primo caso elencato dove qualche (non molti) giocatori Bravi o Fortunati, in virtu' dell'ammontare della loro possibile vincita, incasserebbero frazioni (sono gentile ) delle loro possibili vincite...

2) trattandosi di macchine a controllo elettronico, tralascio gli attuatori pneumatici per acchiappare le palline con i numeri facilmente leggibili dalle telecamere, sono controllate attraverso un software. Ogni possibile parametro e' settabile con una semplice tastiera e avendo i privilegi di amministratore. Ogni software, almeno per ora, e' scritto da una persona o un team di persone, e per quanto bravi, leali, onesti, sinceri, professionali,etc., possano essere, sono sempre degli uomini. Con tutto cio' che ne consegue...

3) questi software hanno dei sofisticati e affidabili (almeno fino a quando non si scopre un loro bug) generatori di sequenze di numeri pseudo-casuali che permettono di avere lunghezze praticamente infinite della serie impostata dal seme del momento. Ho visto per esempio, per non essere troppo cattivo, che le macchine di cui parliamo possono "decidere" da quale dei 6 contenitori prendere i numeri o per meglio dire, potrebbe essere che in una o piu' serie di 15 numeri, possano trovarsi delle palle leggermente piu' leggere, e con l'aiuto del software che legge l'Identificatore (ovvero quale numero) e' stato attribuito alla palla prima dell'estrazione, la magia si compie.... a detrimento di coloro che credono nei propri sogni....

Sarebbe inutile proseguire, rispetto il tuo parere e aggiungo solo una nota di carattere culturale citando una frase "Random numbers should not be generated with a method chosen at random“, liberamente tradotta da me in italiano come I" numeri casuali non devono essere generati con un metodo scelto a caso". Questa frase si trova in un testo che ogni Programmatore dovrebbe aver letto, si tratta del libro scritto da Donald Ervin Knuth "The Art of Computer Programming", Vol. II, Seminumerical Algortihm. Questa frase la dice lunga quanto lavoro sottende la produzione di questi numeri...

Condivido e quoto sopratutto il passaggio dove dici che non esiste obbligo di continuare il gioco in caso di dubbi o perplessita'!!!

Buon fine settimana
 
Ultima modifica:

Rookie

Super Member >GOLD<
Messaggi
242
Punti reazione
31
Punti
28
per me il lotto e' pilotato a favore di qualche furbone come il superenalotto,
Buongiorno lotto1, ti rispondo con ritardo e mi scuso! Praticamente se leggI la mia opinione espressa nella risposta a Sasa, ho detto cio' che hai brillantemente sintetizzato nel tuo intervento.
Speriamo che il Banco non sia suscettibile e ci conceda almeno liberta' di espressione....
 

Rookie

Super Member >GOLD<
Messaggi
242
Punti reazione
31
Punti
28
Visto che siamo in tema natalizio, vorrei presentare una previsione da dare in pasto alle macchine che "producono" i numeri etichettati "Ruota di Milano". Si tratta del numero 25, che a partire dalla prossima estrazione ovvero quella di sabato 14 dicembre 2019, e' valida per 12 estrazioni. Nel caso auspicabile che le venus realizzino il mio desiderio, terminare il gioco al primo successo e attendere la fine del ciclo. Alla 13ma estrazione, ovvero nel ciclo successivo, si puo' riprendere il gioco per estratto per un ulteriore sorteggio, nell'arco delle successive 12 estrazioni.

Riepilogando:,
ciclo 1
Estratto 25 MILANO buona per 12 estrazioni
- 1.mo colpo sabato 14/dicembre/2019

colpo 1 sab 14/12/2019... mare... (nessun 25 nelle 10 venus)
colpo 2 mar 17/12/2019... mare... (nessun 25 nelle 10 venus)
colpo 3 gio 19/12/2019... mare... (nessun 25 nelle 10 venus)
colpo 4 sab 21/12/2019... mare... (nessun 25 nelle 10 venus)
colpo 5 mar 24/12/2019... mare... (nessun 25 nelle 10 venus)
colpo 6 ven 27/12/2019... mare... (nessun 25 nelle 10 venus)
colpo 7 sab 28/12/2019... mare... (nessun 25 nelle 10 venus)
colpo 8 mar 31/12/2019... mare... (nessun 25 nelle 10 venus)
colpo 9 gio 2/1/2020... mare... (3 presenze del 25 nelle 10 venus, CA,GE,PA)
colpo 10 sab 4/1/2020... mare... (nessun 25 nelle 10 venus)

colpo 11
colpo 12
FINE GIOCO - GAME OVER

Per gli aggiornamenti abbiamo tutto il tempo. Scusate se mi sono permesso di postare una singola previsione. Mi hanno sempre criticato...per aver pubblicato tantissime volte "un sacco di numeri"... ora viene la legge del compenso :)
 
Ultima modifica:

il ciclico

Senior Member
Messaggi
136
Punti reazione
46
Punti
28
Dopo lo shock dovuto al ritardo del 53 alla "ruota" Nazionale, penso che sia arrivata l'ora di pensare al gioco abbandonando il concetto di attesa di un qualche ritardo prima di mettere in gioco un determinato numero. Voi cosa ne pensate? Servono nuovi modi di scegliere i numeri, abbandonando il concetto di ritardo di attesa. Vogliamo provare a trovare nuove possibilitá di scelta dei numeri visto che la realtá del lotto ha confermato che in N prove, il massimo ritardo possibile coincide proprio con N, anche se occorrono moltissimi casi per realizzarlo?
Visto che siamo in tema natalizio, vorrei presentare una previsione da dare in pasto alle macchine che "producono" i numeri etichettati "Ruota di Milano". Si tratta del numero 25, che a partire dalla prossima estrazione ovvero quella di sabato 14 dicembre 2019, e' valida per 12 estrazioni. Nel caso auspicabile che le venus realizzino il mio desiderio, terminare il gioco e attendere. Alla 13 estrazione, dopo la scadenza del primo ciclo, si puo' ritenere ancora valida per un ulteriore sorteggio, nell'arco delle successive 12 estrazioni.

Riepilogando:,
ciclo 1
Estratto 25 MILANO buona per 12 estrazioni
- 1.mo colpo sabato 14/dicembre/2019

ciclo 2

solo se il 25 sara' apparso nelle estrazioni ufficiali del Banco nel corso del ciclo 1

Per gli aggiornamenti abbiamo tutto il tempo. Scusate se mi sono permesso di postare una singola previsione. Mi hanno sempre criticato...per aver pubblicato tantissime volte "un sacco di numeri"... ora viene la legge del compenso :)

milano 25 attenti al lupo!
 

Rookie

Super Member >GOLD<
Messaggi
242
Punti reazione
31
Punti
28
Ciao Ciclico, non volevo banalizzare dicendo "lupus in fabula" e per questo sto qui a riscrivere due righe diverse a commentare il tuo "Attenti al lupo" che mi piace molto e suona anche come qualcosa di apotropaico (inteso come per "allontanare") che viene solitamente attribuito ad un oggetto o persona atti a scongiurare, allontanare, vanificare o annullare influssi maligni.

Scrivo per esorcizzare (...) visto che ho postato una previsione del numero piu' puntato del momento, a parte i centenari et similia, dato che fa parte della cerchia dei numeri che formano le date del calendario o, piu' semplicemente, delle date del compleanno o altro tipo di eventi e ricorrenze. Come per esempio per il prossimo Natale, festa delle Famiglie, dove tutti cercano di sembrare buoni... confidando in un regalo della Buona Sorte!

Comunque, tra i 25 possibili, escludendo quello della nazionale, che non e' mai entrata nel mio lotto, ci sono quelli delle canoniche 10 ruote e quindi sono 10. Analizzandoli tutti insieme e spalmandoli su di un piano 2d, vengono a posizionarsi in alcune celle della griglia formata da questo piano, dove a ogni posizione nellagriglia corrisponde un valore di presenza teorica, e la cella di questa griglia che ospita al momento il 25 di Milano, dice che li' dove alberga temporaneamente il 25 Meneghino, ci dovrebbe essere un 180mo di numero. Praticamente in una cella abbiamo un eccesso di circa 180 numeri, tutti rappresentati dal 25 meneghino.

Ora io non so quale macchina o quali macchine produrranno le prossime sortite di palline etichettate come numero 25, ma confido che nelle prossime 12 estrazioni una delle palle(25) potrebbe essere acchiappata dalla macchina infernale che fara' il servizio per Milano. Oltre a questo fatto, si dice che i MIlanesi sono quelli che giocano meglio, ma sono anche quelli che fanno un volume di gioco non altissimo (non sono milanese), si fanno superare dai napoletani e dai veneti... Ecco spiegato perche' credo che la macchina che sara' attribuita a MIlano possa produrre il risultato sperato. Farlo uscire costerebbe meno... o almeno cosi' sembra essere. Parlo per me...

Pero' dopo il tuo Attenti al lupo non mi resta che dirti che amo la canzone del compianto Lucio Dalla come anche la favola di Cappuccetto Rosso... Dunque, Viva il Lupo !!!
 
Ultima modifica:

Sasa

Advanced Member >PLATINUM<
Messaggi
1.555
Punti reazione
135
Punti
63
Buongiorno Sasa, rispondo con ritardo e per questo mi scuso! Per quanto riguarda il tuo parere che dissente da quanto ho scritto lo accetto anche se non lo condivido per una serie di motivi:

1) quando ancora erano i bambini a estratte i "numeri" dalle urne accaddero dei misfatti che hanno alterato le estrazioni non per pagare il meno possibile, in tema di vincite, bensi' per pagare coloro che puntarono proprio su quei numeri. Questo accadeva quando il lotto non era ancora totalmente gestito con sistemi informatici connessi in rete. Oggi i sistemi in uso al gestore permettono di sapere quanti euri sono stati puntati su un ogni numero/combinazione, per ogni sorte, per ogni ruota, per ogni posizione, etc.
Quindi, con semplici software scritti ad hoc, e' possibile, facile e veloce, determinare in quale situazione l'esborso della prossima estrazione e' minimo rispettando ai vincoli che il banco si prefigge di raggiungere: il profitto per estrazione, la quantita' di euri da redistribuire ( e in quali aree geografiche) per foraggiare gli amanti del gioco.

b) non serve taroccare le estrazioni, perche' anche una cinquina taroccata consentirebbe, a chi ha puntato proprio i numeri taroccati, di vincere. Cosa leggermente diversa e' il primo caso elencato dove qualche (non molti) giocatori Bravi o Fortunati, in virtu' dell'ammontare della loro possibile vincita, incasserebbero frazioni (sono gentile ) delle loro possibili vincite...

2) trattandosi di macchine a controllo elettronico, tralascio gli attuatori pneumatici per acchiappare le palline con i numeri facilmente leggibili dalle telecamere, sono controllate attraverso un software. Ogni possibile parametro e' settabile con una semplice tastiera e avendo i privilegi di amministratore. Ogni software, almeno per ora, e' scritto da una persona o un team di persone, e per quanto bravi, leali, onesti, sinceri, professionali,etc., possano essere, sono sempre degli uomini. Con tutto cio' che ne consegue...

3) questi software hanno dei sofisticati e affidabili (almeno fino a quando non si scopre un loro bug) generatori di sequenze di numeri pseudo-casuali che permettono di avere lunghezze praticamente infinite della serie impostata dal seme del momento. Ho visto per esempio, per non essere troppo cattivo, che le macchine di cui parliamo possono "decidere" da quale dei 6 contenitori prendere i numeri o per meglio dire, potrebbe essere che in una o piu' serie di 15 numeri, possano trovarsi delle palle leggermente piu' leggere, e con l'aiuto del software che legge l'Identificatore (ovvero quale numero) e' stato attribuito alla palla prima dell'estrazione, la magia si compie.... a detrimento di coloro che credono nei propri sogni....

Sarebbe inutile proseguire, rispetto il tuo parere e aggiungo solo una nota di carattere culturale citando una frase "
Random numbers should not be generated with a method chosen at random“, liberamente tradotta in italiano come I numeri casuali non devono essere generati con un metodo scelto a caso. Questa frase si trova in un testo che ogni Programmatore dovrebbe aver letto, si tratta del libro scritto da Donald Ervin Knuth "The Art of Computer Programming", Vol. II, Seminumerical Algortihm. Questa frase la dice lunga quanto lavoro sottende la produzione di questi numeri...

Condivido e quoto sopratutto il passaggio dove dici che non esiste obbligo di continuare il gioco in caso di dubbi o perplessita'!!!

Buon fine settimana
Ciao Rookie
Ti ringrazio della tua cortese risposta
Buona serata e buon fine settimana anche a te
 

Rookie

Super Member >GOLD<
Messaggi
242
Punti reazione
31
Punti
28
Buon pomeriggio,
siamo ormai a meno di 20 giorni dall'inizio di un nuovo decennio ovvero l'arco di tempo dall'anno 2020 al 2029 e il primo decennio, del nuovo terzo millennio sara' storia... vissuta!
Ci saranno oltre 3650 giorni nuovi con altrettante cose nuove sperabilmente positive ma e' ineluttabile che ci possano essere quelle che positive non sono. Che cosa vi proponete per i prossimi anni, che tipo di obiettivi vi siete prefissi?

Io mi auguro che le nuove scoperte, nel campo dell'intelligenza artificiale, che gia' oggi minacciano di far sparire centinaia di mestieri, arrechino il minor danno possibile in questo contesto. Il lavoro e' una questione terribilmente seria, che ha impatti dirompenti... nella vita delle persone, delle famiglie, delle societa', etc.. etc.!!!

Leggevo, proprio ieri, che gia oggi (per fare un esempio) la professione del radiologo e' a rischio, infatti dei software che sfruttano le GPU per velocizzare l'apprendimento delle nuove rete neurali, riescono ad essere piu' precisi nella diagnostica rispetto all'esperienza di un radiologo Umano. E che dire del campione mondiale di Go, Lee Se-Dol, entrato in crisi dopo la sconfitta inflittagli dalla IA di DeepMind, che ha deciso di abbandonare il settore agonistico poiche' crede che per quanto bravo possa essere nel gioco e per quanto egli possa allenarsi per migliorare, le intelligenze artificiali saranno comunque piu' brave e veloci di lui. Una vera disfatta, dove l'uomo cede il passo alle macchine...

Un altro mestiere che presto sara' soppiantato dalle macchine con IA e' quello del telemarketer, quelle voci indesiderate che ci martellano al nostro telefono sempre a caccia di contratti e altre cose da venderci. Mi fermo qui, per non farla lunga e lagnosa ma... le cose stanno proprio cosI', mi duole pensare al futuro degli adolescenti e dei giovani adulti per le difficolta' che dovranno imparare a conoscere e gestire. Quando ero giovane mi bastava seguire l'insegnamento del Nonno che mi diceva "Fai sempre il meglio che puoi fare e al resto non ci pensare", pero' oggi questo potrebbe non bastare piu'...

Chi vivra' vedra'!!!

Auguro a tutti uno Scintillante nuovo Decennio, ricco di Salute, Successo,Speranze e Soldi. Ognuno puo' integrarsi le S che io ho omesso!!!!
 

il ciclico

Senior Member
Messaggi
136
Punti reazione
46
Punti
28
eeee...quanto pessimismo..su su..ho pronto il fazzolettino.
L'intelligenza artificiale sono automazioni,processori,sensori magnetici,sensori di volume, sensori spaziali,fine corsa on-off dove dietro c'è sempre l'uomo.
Se lo programmi bene darà solo risposte buone al quesito di partenza.Di più non sà.
Servono programmatori,progettisti e manutentori meccanici ed elettronici,operai che careggiano e operai che scaricano i prodotti,c'è posto per tutti,basta volerlo.
buona salute e feste a tutti
 

Sasa

Advanced Member >PLATINUM<
Messaggi
1.555
Punti reazione
135
Punti
63
eeee...quanto pessimismo..su su..ho pronto il fazzolettino.
L'intelligenza artificiale sono automazioni,processori,sensori magnetici,sensori di volume, sensori spaziali,fine corsa on-off dove dietro c'è sempre l'uomo.
Se lo programmi bene darà solo risposte buone al quesito di partenza.Di più non sà.
Servono programmatori,progettisti e manutentori meccanici ed elettronici,operai che careggiano e operai che scaricano i prodotti,c'è posto per tutti,basta volerlo.
buona salute e feste a tutti
Sono d'accordo anch'io su questo
E comunque sempre l'uomo che gestisce queste cosiddette intelligenze artificiali, quindi se le cose dovessero andare come dice Rookie la responsabilità è sempre dell'uomo stesso che pertanto dovrà evitare che il peggio avvenga.
Un saluto a te e a Rookie.
 

Rookie

Super Member >GOLD<
Messaggi
242
Punti reazione
31
Punti
28
Buongiorno e buona domenica!
@Sasa, Il tuo pensiero: "...se le cose dovessero andare come dice Rookie la responsabilità è sempre dell'uomo stesso che pertanto dovrà evitare che il peggio avvenga." mi trova perfettamente d'accordo che la responsabilita' di quello che accadra' e' dell'uomo che ha creato queste intelligenze ma, queste intelligenze (ancora primordiali ma evolvono rapidamente) saranno capaci di costruirsi autonomamente un sistema che privilegi la loro autoconservazione: Pensa alla cosidetta IOT, Internet delle cose, dove ogni elemento in essa comunica con tutto il resto dello stesso insieme, nello stesso dominio! A quel punto, l'uomo non sara' piu' in grado di abbattere il figlio degenerato...

Considera che attualmente, in base a quello di cui io sono a conoscenza (peraltro limitata dalle mie elementari possibilita' di accedere a queste Conoscenze), si ritiene non sia concesso alle macchine di avere una morale, una etica, principi propri determinati autonomamente, ma... bisogna considerare che queste macchine, imparano, cioe' vengono istruite, con o senza assistenza dell'uomo, dove il modo per imparare dagli errori, per migliorare i loro risultati, sono delle semplici ma molto efficienti linee di codice che calcolano le Derivate per continuare a tendere al miglior valore cercato. Dove migliore e' inteso come minimizzare o massimizzare un risultato desiderato.

Questo ultimo aspetto, pone all'uomo, almeno per il momento, problemi di Coscienza. Ed e' un freno, per esempio nella corsa alle macchine a guida autononoma di livello 5, dove la macchina e' solo un sedile per i passeggeri. Non avete notato un improvviso rallentamento in questa corsa?

Faccio un esempio, estremizzando un po', in una strada stretta, con una sola corsia e due sensi di marcia, in un momento di poco traffico. Quando il traffico e' basso le macchine possono fare facilmente il loro dovere e lo fanno molto bene. Ora, pensiamo a questa strada con un traffico medio ma veloce in una corsia e un traffico relativamente basso nell'altra. Ci troviamo sulla corsia con traffico medio, da un camion davanti a noi si stacca una ruota che ci viene contro ad una velocita' che ci concede pochi istanti per fare il possibile di evitare un incidente. Ci sono quattro possibili scenari:

- che la ruota miracolosamente proceda nella sua diagonale verso sinistra e la vediamo urtare e scavalcare il gard-rail
- che la macchina decida di frenare accettando l'impatto
- che la macchina tenti di aggirare la traiettoria della ruota invadendo l'altra corsia mentre sopraggiunge un'altra auto
- che la macchina avendo calcolato tutti i possibili parametri dello scontro scelga quella che determinera' (STATISTICAMENTE) il minor numero di vittime.

Arrivo al problema di coscienza: nel caso delle vittime, quali vittime scegliera' di preservare la macchina: Le vittime sono tutte vite umane. Ognuno vale come gli altri. Se privilegia i propri passeggeri significa che decide che e' piu' vantaggioso uccidere i passeggeri delle altre auto accettando il rischio di possibili vittime tra i propri passeggeri...
Aggiungo solo un altro aspetto che non e' irrilevante. Le macchine avranno delle assicurazioni molto costose, almeno inizialmente, cosa decideranno le assicurazioni in fase di risarcimento delle vittime. La societa' assicuratrice della nostra auto dice che e' responsabilita' del software che ha scelto in maniera non corretta...
La societa' assicuratrice del camion dice che il suo software non e' stato in grado di deviare la traiettoria della ruota...
Ma intanto ci sono i morti da piangere...

MI fermo qui
 

Sasa

Advanced Member >PLATINUM<
Messaggi
1.555
Punti reazione
135
Punti
63
Buongiorno e buona domenica!
@Sasa, Il tuo pensiero: "...se le cose dovessero andare come dice Rookie la responsabilità è sempre dell'uomo stesso che pertanto dovrà evitare che il peggio avvenga." mi trova perfettamente d'accordo che la responsabilita' di quello che accadra' e' dell'uomo che ha creato queste intelligenze ma, queste intelligenze (ancora primordiali ma evolvono rapidamente) saranno capaci di costruirsi autonomamente un sistema che privilegi la loro autoconservazione: Pensa alla cosidetta IOT, Internet delle cose, dove ogni elemento in essa comunica con tutto il resto dello stesso insieme, nello stesso dominio! A quel punto, l'uomo non sara' piu' in grado di abbattere il figlio degenerato...

Considera che attualmente, in base a quello di cui io sono a conoscenza (peraltro limitata dalle mie elementari possibilita' di accedere a queste Conoscenze), si ritiene non sia concesso alle macchine di avere una morale, una etica, principi propri determinati autonomamente, ma... bisogna considerare che queste macchine, imparano, cioe' vengono istruite, con o senza assistenza dell'uomo, dove il modo per imparare dagli errori, per migliorare i loro risultati, sono delle semplici ma molto efficienti linee di codice che calcolano le Derivate per continuare a tendere al miglior valore cercato. Dove migliore e' inteso come minimizzare o massimizzare un risultato desiderato.

Questo ultimo aspetto, pone all'uomo, almeno per il momento, problemi di Coscienza. Ed e' un freno, per esempio nella corsa alle macchine a guida autononoma di livello 5, dove la macchina e' solo un sedile per i passeggeri. Non avete notato un improvviso rallentamento in questa corsa?

Faccio un esempio, estremizzando un po', in una strada stretta, con una sola corsia e due sensi di marcia, in un momento di poco traffico. Quando il traffico e' basso le macchine possono fare facilmente il loro dovere e lo fanno molto bene. Ora, pensiamo a questa strada con un traffico medio ma veloce in una corsia e un traffico relativamente basso nell'altra. Ci troviamo sulla corsia con traffico medio, da un camion davanti a noi si stacca una ruota che ci viene contro ad una velocita' che ci concede pochi istanti per fare il possibile di evitare un incidente. Ci sono quattro possibili scenari:

- che la ruota miracolosamente proceda nella sua diagonale verso sinistra e la vediamo urtare e scavalcare il gard-rail
- che la macchina decida di frenare accettando l'impatto
- che la macchina tenti di aggirare la traiettoria della ruota invadendo l'altra corsia mentre sopraggiunge un'altra auto
- che la macchina avendo calcolato tutti i possibili parametri dello scontro scelga quella che determinera' (STATISTICAMENTE) il minor numero di vittime.

Arrivo al problema di coscienza: nel caso delle vittime, quali vittime scegliera' di preservare la macchina: Le vittime sono tutte vite umane. Ognuno vale come gli altri. Se privilegia i propri passeggeri significa che decide che e' piu' vantaggioso uccidere i passeggeri delle altre auto accettando il rischio di possibili vittime tra i propri passeggeri...
Aggiungo solo un altro aspetto che non e' irrilevante. Le macchine avranno delle assicurazioni molto costose, almeno inizialmente, cosa decideranno le assicurazioni in fase di risarcimento delle vittime. La societa' assicuratrice della nostra auto dice che e' responsabilita' del software che ha scelto in maniera non corretta...
La societa' assicuratrice del camion dice che il suo software non e' stato in grado di deviare la traiettoria della ruota...
Ma intanto ci sono i morti da piangere...

MI fermo qui
Ciao e buona domenica anche a te
E interessante quanto hai detto ma sono un po scettico sul fatto che le intelligenze artificiali si potranno evolvere e costruire autonomamente un sistema di autoconservazione. Però il mio è un parere basato semplicemente sulla razionalità, non essendo a conoscenza di questa IOT di cui parli.
Sembrerebbe, da quanto dici e correggimi se sbaglio, che un giorno, penso molto lontano, ci saranno delle auto tipo "Supercar" , non so se sei ha conoscenza di quella serie televisiva americana, dove protagonista era appunto un auto che praticamente aveva una propria intelligenza e autonomia. Forse è un esempio un po banale e non corretto ma è per intenderci.
A meno che tu non intenda che un giorno i software saranno così perfetti e sofisticati che l'uomo non sarà più in grado di gestirli come vorrebbe e si creeranno situazioni dove ci saranno i morti da piangere.
Buon proseguimento di giornata.
 

Rookie

Super Member >GOLD<
Messaggi
242
Punti reazione
31
Punti
28
@Sasa quello che intendo e' solo la differenza di paradigma che vi e' tra il software prima del Machine/Deep Learning e la tecnologia attuale che spinge l'intelligenza artificiale (AI in inglese) oltre limiti non prevedibili....

In cosa sono diversi i due paradigmi?

Semplicemente che prima, i programmatori che dovevano automatizzare una procedura scrivevano il loro bravo software che rimaneva valido fino a nuove esigenze. Quando erano necessarie delle modifiche per avere nuove e diverse funzionalita' bisognava riscrivere codice.

Adesso, i software che sfruttano le possibilita' offerte da Machine/Deep Learning, quando nel loro uso si perviene ad affrontare nuovi scenari, al massimo e' necessario alle macchine solo un nuovo periodo di training per far fronte alle nuove funzionalita' e reagire al cambiamento di scenario. Questo avviene senza riscrivere il codice (senza intervento del programmatore umano) cioe' la rete neurale artificiale impara e adatta se stessa al nuovo scenario. Questa e' la differenza... in termini molto, molto semplici!
 

Sasa

Advanced Member >PLATINUM<
Messaggi
1.555
Punti reazione
135
Punti
63
Grazie della precisazione
Ciao e buon proseguimento di giornata
 

Rookie

Super Member >GOLD<
Messaggi
242
Punti reazione
31
Punti
28
In attesa del Nuovo Anno del Nuovo Decennio 2020-2029, anticipo cosa vorrei davvero realizzare per illustrare gli innumerevoli modi di Giocare al Lotto, senza utilizzare il dato del ritardo di attesa, dove questo significa aspettare il valore di una determinata soglia di colpi/estrazioni per attaccare la combinazione provisionata! A mio parere, che sposa quanto narra Gregory Zuckerman in suo libro, dove ha ripercorso le gesta (biografia) di Jim Simons, e che riporto in lingua originale per non introdurre e influenzare con la mia libera traduzione.

"Working with Elwin Berlekamp, a game theorist, Simons built a computer model capable of digesting torrent of data and selecting ideal trades, a scientific and sistematic approache partly aimed at removing emotion from the investment process. If we have enought data, I know we can make predition, Simons told a colleague".

E per non allontanarmi dai temi di questo thread (il mio modo di intendere il gioco) riporto il sottotitolo del libro citato: John Simons launched the Quant Revolution

Agli albori di questo thread gli interventi preludevano ad un Lotto Quantitativo ma siccome la strada dopo ogni curva e' sempre tutta da scoprire, dopo un anno (quasi) di decantazione e nel senno di poi, siamo arrivati a ripercorrere il cammino interrotto.

In questo intervento ci sono gli spunti per immaginare dove andremo nel prossimo anno. Anzi lancio una sfida: Ognuno posta una modalita' di selezionare numeri che deve rispettare queste 4Q: Quante, Quando, Quali e Quam!

Traduco cosa intendo:
Quante: e' il modo di definire, nello scenario definito in Quam, la quantita' di numeri che statisticamente dovrebbero rispettare la condizione oggetto della ricerca
Quando: e' il numero di prove dove dovrebbero concretizzare la quantita' di numeri definita in Quante
Quali:
e' la parte piu' impegnativa perche' presenta i numeri scelti per la verifica
Quam: non avendo (al momento) una parola italiana con la Q, per dire Come illustrare tutti i passi della procedura di ricerca (ho scelto quella latina Quam) considerando esaustivamente tutti gli altri 3 punti, Quante, Quando e Quali.

Ovviamente devono essere cose applicabili e utili, non deve essere fantasia e/o ipotesi. Bisogna descrivere passo passo cosa si vuole fare e perche' ci torna utile questa serie di informazioni.
Iniziamo quindi il primo passo verso l'abbandono dell'obsoleto (sono gentile) modo di giocare basandosi sul ritardo. Sarebbe straordinario se ognuno di coloro che leggono, potesse postare almeno una metodologia seria, statisticamente valida che serva cioe' ad avere abbastanza dati perche' in questo modo possiamo fare le previsioni. Rileggete il primo grassetto del passo del libro citato....

Costituirebbe anche un ottimo esercizio per migliorare applicando le proprie conoscenze tecniche sull'argomento!

Per essere precisi e concreti sin dall'inizio:

La ricerca dovrebbe produrre almeno 200 casi utili, in senso informativo, in un periodo massimo inferiore a 1000 estrazioni!
 
Ultima modifica:

jp4

Advanced Member >PLATINUM<
Messaggi
1.086
Punti reazione
8
Punti
38
Finalmente una proposta per riportare questa sezione "Statistica" a essere un luogo di discussioni costruttive e non una piazza frequentata per la maggior parte da cercatori di pronostici senza passione per l'antico gioco e senza voglia di fare il minimo sforzo per capire termini tecnici o studiare metodi statistici.
 

il ciclico

Senior Member
Messaggi
136
Punti reazione
46
Punti
28
Adesso, i software che sfruttano le possibilita' offerte da Machine/Deep Learning, quando nel loro uso si perviene ad affrontare nuovi scenari, al massimo e' necessario alle macchine solo un nuovo periodo di training per far fronte alle nuove funzionalita' e reagire al cambiamento di scenario. Questo avviene senza riscrivere il codice (senza intervento del programmatore umano) cioe' la rete neurale artificiale impara e adatta se stessa al nuovo scenario. Questa e' la differenza... in termini molto, molto semplici!
Beh nelle automazioni ,lavoro nelle stazioni lunghe 100 metri che lavorano il legno,sezionano,tagliano,forano,inseriscono oggetti,incollano,stampano codi a barre del prodotto,azionano motori a comando numerico per posizionare le stazione di lavoro,una 50ina di stazioni di lavoro con tolleranze al micron,e i due bracci da 20 metri ,giganteschi uno piglia il pezzo con l'operaio,l'altro piglia il lavorato da sistemare nel magazzino con l'operaio ,questi computerini,perchè sono computer piccolini con sistemi operativi mini che azionano il tutto,non imparano mai nulla.I linguaggi sono codificati in assembler,linguaggio macchina preferito dai processori,e ad ogni aggiornamento produttivo richiedono sempre aggiornamenti software ,parlo di studi dai 30 ai 90 giorni di lavoro,e ogni cliente ha la sua macchina personale,diversa da un altro,parlo di macchine dal un paio di milioni di dollari,mai visto una macchina che impara da sola,anche il movimento più elementare ,tipo prendo il pezzo e lo carico in posizione richiedono centinai di linee di codice.Inoltre non è un lavoro pieno di fascino e tanto romanticismo come si potrebbe pensare da come la raccontano e fotografano i giornali,si lavora con la cuffia nelle orecchie e la cuffietta in bocca e occhiali a protezione degli occhi,queste macchine producono una marea di rumore assordante e tantissima polvere nell'aria e possibili schegge,odori di grasso e aria bruciati sono nel comfort.Inoltre la pericolosità mortale è sempre lì che ti aspetta e sola l'esperienza,la calma mentale ti può salvare la vita,mai sentito manutentori spiaccicati,sezionati,cotti con l'alta tensione(per il funzionamento delle macchine servono cabine elettriche dai 100 ai 300kw), perchè la macchina all'improvviso inizia il ciclo di lavorazione..e loro sono lì in mezzo al ciclo produttivo a smenare con martello e cacciavite?...perchè si è dimenticato di mettere in stand by la macchina o perchè non ha premuto il pulsante emergenza?o perchè il titolare della macchina ha semplicemente un pò di fretta?
 
Ultima modifica:

Ultima estrazione Lotto

  • Estrazione del lotto
    sabato 25 gennaio 2020
    Bari
    85
    40
    90
    80
    67
    Cagliari
    69
    05
    10
    09
    48
    Firenze
    67
    89
    72
    82
    22
    Genova
    77
    26
    68
    17
    10
    Milano
    62
    15
    19
    87
    44
    Napoli
    74
    04
    76
    53
    12
    Palermo
    50
    31
    67
    68
    28
    Roma
    38
    49
    22
    43
    18
    Torino
    66
    33
    68
    38
    74
    Venezia
    40
    37
    85
    54
    82
    Nazionale
    90
    83
    14
    26
    05
Alto