Novità

la Marijuana per Uso Terapeutico

Alien.

Utente molto attivo
Marijuana per la Cura del Dolore
Tratto da https://www.my-personaltrainer.it/benessere/marijuana-uso-terapeutico.html



[h=2]Indicazioni Terapeutiche[/h] [h=3]Quando si utilizza la Marijuana per Uso Terapeutico?[/h]
La marijuana per uso terapeutico (o cannabis a uso medico, che dir si voglia) trova impiego nei seguenti casi:
[h=3]Nota Bene[/h]
In Italia, la marijuana per uso terapeutico può essere prescritta dal medico solo quando i trattamenti convenzionali non danno risultati soddisfacenti o non sono più sufficienti a controllare i sintomi indotti dalle suddette patologie. [h=3]Altre Potenziali Indicazioni della Marijuana per Uso Terapeutico[/h]
Benché non ufficialmente approvata per indicazioni diverse da quelle sopra elencate, la marijuana per uso terapeutico potrebbe essere utilizzata anche nel trattamento e nel controllo della sintomatologia di altre patologie. [h=4]TUMORI[/h]
Come accennato, la marijuana per uso terapeutico è utile per contrastare la sintomatologia indotta dalle terapie antitumorali. Tuttavia, alcuni studi condotti sia in vitro che in vivo hanno dimostrato che i principi attivi (cannabinoidi) contenuti nella pianta - quando posti in determinate condizioni - sono in grado di inibire la crescita delle cellule tumorali. Nonostante questi risultati incoraggianti, sono comunque necessari ulteriori e più approfonditi studi prima di poter approvare l'uso della marijuana come eventuale trattamento antitumorale. Inoltre, è doveroso precisare che le modalità di assunzione della marijuana per uso terapeutico sono molto diverse rispetto a quelle utilizzate nei suddetti studi. Pertanto, il potenziale potere terapeutico della cannabis in quest'ambito è ancora tutto da valutare. [h=4]DISTURBI PSICHIATRICI[/h]
Alcuni cannabinoidi presenti all'interno della marijuana per uso terapeutico sembrano essere in grado di esercitare un'azione positiva nel trattamento di disturbi psichiatrici come ansia, schizofrenia e disturbo bipolare.

Nel dettaglio, a dimostrare queste potenziali attività terapeutiche è stato il cannabidiolo (o CBD, che dir si voglia), ossia un cannabinoide non psicoattivo. Il THC (o delta-9-tetraidrocannabinolo), invece, non sembrerebbe particolarmente utile in questo senso. Anzi, è stato dimostrato che un consumo elevato di THC predispone all'insorgenza delle suddette patologie psichiatriche.

Per tale ragione, al momento, molte varietà di marijuana per uso terapeutico ad alto contenuto di CBD sono oggetto di svariati studi in quest'ambito.
[h=4]CRISI EPILETTICHE[/h]
Il CBD contenuto nella marijuana per uso terapeutico si è dimostrato efficace anche nel contrastare le crisi epilettiche - riducendone frequenza e gravità - in diversi studi condotti sia su animali che sull'uomo, benché in piccola scala. [h=2]Principi Attivi[/h] [h=3]Principi Attivi della Marijuana per Uso Terapeutico[/h]
I principi attivi che giustificano il ricorso alla marijuana per uso terapeutico sono i cosiddetti cannabinoidi. In particolare, l'interesse medico-farmaceutico è rivolto verso il THC o delta-9-tetraidrocannabinolo e verso il cannabidiolo o CBD.

Il THC, infatti, è il principale responsabile delle attività antidolorifiche, antinausea, antiemetiche, rilassanti e stimolanti dell'appetito attribuite alla marijuana; mentre il CBD aumenta le proprietà antidolorifiche di quest'ultimo, prolungandone la durata d'azione e diminuendone al contempo gli effetti collaterali, in particolare quelli a carico del sistema cardiovascolare e dell'apparato respiratorio. Inoltre, il CBD contribuisce alla riduzione della pressione endooculare ed è dotato d'interessanti proprietà anticonvulsive, sedative ed antipsicotiche.

Dal momento che i principi attivi di maggior interesse medico presenti nella cannabis sono THC e CBD, la marijuana per uso terapeutico attualmente commercializzata e approvata deve essere necessariamente standardizzata e titolata in questi due principi attivi.

Tratto da https://www.my-personaltrainer.it/benessere/marijuana-uso-terapeutico.html
 

Ultima estrazione Lotto

  • Estrazione del lotto
    sabato 21 settembre 2019
    Bari
    16
    42
    68
    33
    41
    Cagliari
    01
    71
    61
    14
    21
    Firenze
    10
    64
    61
    25
    02
    Genova
    12
    07
    57
    69
    13
    Milano
    55
    12
    62
    42
    88
    Napoli
    69
    50
    14
    73
    19
    Palermo
    54
    67
    83
    76
    36
    Roma
    51
    63
    53
    71
    17
    Torino
    82
    73
    03
    68
    45
    Venezia
    79
    65
    49
    51
    44
    Nazionale
    54
    09
    48
    36
    68

Ultimi Messaggi

Alto